Relazione antimafia? Il Sindaco rompe il paniere…

Avevamo salutato con interesse e positività la dichiarazione del sindaco Giannone all’indomani della Relazione della Commissione antimafia sullo scioglimento del Consiglio comunale del 2015. Una posizione chiara e netta sul da farsi, aperta al dibattito e alla collaborazione per salvaguardare la dignità di un’intera comunità così colpevolmente colpita. Ma ieri sera il Sindaco scrive un post sulla sua pagina facebook e – come suol dirsi- rompe il paniere. Di seguito alcune frasi scritte dal Primo Cittadino:

“Gli ultimi giorni sono stati molto movimentati sul piano della discussione più o meno politica…ho letto di tutto e su tutti, anche su di me. Tirandomi da un lato o da un altro, chiedendomi di tutto. Con le solite cose poi dette dai soliti che ormai, a prescindere da ciò di cui si parla, ripetono sempre lo stesso ritornello, le stesse parole negative.Tutto ciò non solo non mi appassiona, ma neanche mi coinvolge. Oggi ho ben altro a cui pensare…
“La sensazione è che parti di esse pensino che è meglio il disordine come sistema, come via per il potere, piuttosto che l’ordine come servizio agli altri.Forse per questi non viene prima il pane…
Il mio non è pessimismo, ma solo amaro realismo.”
“…Fino a quando? Fino a quando vale la pena impegnarsi? Non lo so.”

Naturalmente per questa strada non si costruisce, e il “vittimismo” in una situazione grave, come quella registrata e resa pubblica dai parlamentari regionali della Commissione d’inchiesta, non torna utile alla Comunità e neppure al suo ruolo, caro Sindaco. La gran parte dei cittadini riconosce il suo impegno attuale per l’emergenza coronavirus, e gliene dà atto anche sui mezzi d’informazione locali; ma questo non toglie che c’è tutto un dibattito e un parlare su una problematica fondamentale che trova finalmente una sponda istituzionale attorno a cui lavorare per una chiarezza definitiva. Ritorni, quindi, allo spirito e ai contenuti della sua prima dichiarazione e non si faccia influenzare dal solo “cerchio amico”; abbia la pazienza e dico anche l’orgoglio di intestarsi questa battaglia di civiltà per la nostra Scicli, al di là delle differenze. Politica non è- e Lei lo dice spesso- unanimità, ma confronto (anche serrato) tra le parti.

Franco Causarano
(la foto è a corredo del post del Sindaco)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *