Si presenta il Piano urbano della mobilità sostenibile, nei Comuni che aderiscono al Gal.

Le linee direttive del Pums, il piano urbano della mobilità sostenibile che sta predisponendo il GAL Terra Barocca per rendere più green gli spostamenti nei Comuni di Ragusa, Modica, Scicli, Ispica e Santa Croce Camerina, saranno ufficialmente presentate giovedì 6 ottobre a partire dalle ore 15 all’interno del secondo incontro partecipativo in programma alla sala conferenze Suap presso l’Assessorato allo Sviluppo Economico del Comune di Ragusa (zona artigianale). Alla presenza dei vertici del GAL, e in collaborazione con la Sisplan, società incaricata della redazione di questo strumento, saranno illustrati gli obiettivi su cui si punterà per migliorare la mobilità e renderla sostenibile. L’incontro è aperto agli stakeholder dei vari settori economici del territorio, e in generale agli operatori turistici, alle associazioni sociali e ambientaliste, ai produttori di produzioni d’eccellenza, agli operatori del settore trasporto (taxi, ncc, autobus, noleggio bici, ecc), agli ordini professionali e a quanti vorranno partecipare per ascoltare ma anche avanzare proposte. Tra i primi obiettivi individuati dal Pums c’è l’attivazione di più piste ciclabili lungo la fascia costiera e nei collegamenti verso i centri urbani, l’avvio del servizio express bus per collegare più città vicine tra loro, maggiore utilizzo della ferrovia, anche in vista dell’attivazione a Ragusa della metropolitana di superficie, ed ancora sharing mobility (auto, moto, bici, monopattini elettrici), servizi per i pendolari e car pooling, ovvero utilizzo condiviso di automobili (tra colleghi della stessa azienda).

Al termine della sua redazione il Pums sarà sottoposto all’approvazione dei cinque Consigli comunali dei Comuni del GAL e, pur non riguardando l’area urbana se non per le aree “cerniera”, diverrà vincolante sia fini interni che a fini di programmazione sulla spesa dei fondi regionali, nazionali e comunitari. Appuntamento dunque al 6 ottobre a partire dalle ore 15. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *