Quei muri dalle forme e dai colori così strani. Aperta la mostra di Carlo Nardelli al “Brancati”.

Sono belle e intriganti le fotografie della mostra personale di Carlo Narrdelli inaugurata sabato sera al Brancati. “Passaggi” il titolo, e sono quelli appunto di Nardelli per le strade di Scicli con una “fissazione”: i muri, o meglio particolari dei muri; che nello scatto diventano bellissime forme, quasi astratte, ma con l’aiuto della parola di Nardelli e della stessa curatrice della mostra, Giada Caliendo, acquistano tutta la concretezza del quotidiano. Nella serata inaugurale chiarificatore anche l’intervento di Paolo Nifosì, che ha apprezzato le opere del fotografo; bella e coinvolgente la lettura di una poesia da parte di Marina Locchi, ospite gradita insieme al marito Valerio Bianchini. Serata piacevolissima arricchita dagli assaggi offerti da “Osteria Donna Luisa” e dalla Cantina  Vini Armosa. La mostra resterà aperta fino al 28 aprile. Si può visitare tutti i giorni dalle ore 17,30 alle 20,30 (chiuso i festivi).

Foto di Giovanna Autieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *