Il 17enne etiope Worku Tadesse vince il Memorial Peppe Greco. Tempo strepitoso: 28,22.

E’ l’etiope Worku Tadesse il vincitore della 30esima edizione del Memorial Peppe Greco. Un dominio assoluto su tutti gli altri atleti partecipanti:  una gara, quella di sabato sera,  presa in mano sin dalla partenza, quando Tadesse ha imposto il suo ritmo, veloce e impressionante sul piano della tenuta e dello stesso risultato finale. Ha vinto con il 28,22- un tempo di grande livello a dimostrazione che la corsa ha ancora un suo fascino e gli atleti mostrano tutta la loro serietà. Al secondo posto Amos Kipruto (Kenia) con il tempo di 29,45. Era lui il favorito della gara, ma il 17enne campione del mondo juniores è stato più forte. Al terzo posto un altro keniano, Simba Nyakundi con 29,54. Primo degli italiani è stato Italo Quazzola (specialista dei 3 mila siepi) mentre il primo dei siciliani è il nostro Toni Liuzzo, che a 40 anni si prova ancora la sua  resistenza e dimostra di esserci! A lui la “Targa Santo Vanasia”.

Memorial che resiste agli anni, grazie allo spirito sportivo e ai sacrifici di un gruppo di sciclitani (Gianni Voi in testa) che crede nell’appuntamento sportivo, come evento di promozione e simpatia di un luogo. Forse è stata l’ultima edizione, ma alla fine della manifestazione c’è stato un “Arrivederci” di Gianni Voi per il 2020.

(Nella foto, il podio. Tadesse è al centro.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *