Un salto nell’Infinito con Piero Guccione e Perilli al Mart di Rovereto. Aperta la mostra. Fino al 9 gennaio 2022.

Aperta la mostra al Mart di Rovereto dedicata a Piero Guccione e Achille Perilli. Panorama.it pubblica un interessantissimo articolo di Vittorio Sgarbi (uno dei due curatori dell’evento, l’altro è Lorenzo Zichichi) che raffronta la pittura di Guccione- i mari, il blue nelle opere del Maestro con le forme astratte di Perilli. Scrive tra l’altro Sgarbi “…Un processo mistico, quanto immanente. Egli porta verso l’assoluto azzurro i pensieri di Cezanne e Morandi, maestri di sensibilità affine. Guccione osa di più, cerca la coincidenza tra il fenomeno e il noumeno, l’idea. E si pone, non per caso, nel punto più estremo dell’Occidente, in una terra di confine. Scicli, Modica, la Sicilia sono insieme origine e fine. Guccione è come il guardiano del faro che presidia la civiltà, osservando l’ultimo orizzonte, misurando il suo e il nostro destino con l’infinità del mare. Ora Piero continua a esistere in quell’azzurro, che parla di lui. Essenza della sua esistenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *