You Are Here: Home » Cronaca » Scuola Don Milani: i vandali, la differenziata, la multa ed altre cose…

Scuola Don Milani: i vandali, la differenziata, la multa ed altre cose…

Scuola Don Milani: i vandali, la differenziata, la multa ed altre cose…
La direttrice dei Servizi Amministrativi della Scuola media Don  Milani, al quartiere Iungi, rende noto sul suo profilo facebook un fatto di cronaca che coinvolge la scuola dove opera. Di seguito il testo:
“IL TEATRO DELL’ ASSURDO
Metti il caso in cui un giorno arrivi a casa tua e ti accorgi che, in tua assenza, sono entrati dei ladri che hanno messo in soqquadro tutto quanto vi si trova dentro oltre che fuori nel tuo giardino. Chiami i carabinieri, sporgi denuncia, arrivano anche i vigili urbani che, per consolarti, ti fanno un bel verbale perché hai tutto in soqquadro. Sembra un breve racconto di una scena del teatro dell’assurdo di Eugène Ionesco. E invece è quello che è successo stamattina (13 ottobre, ndr.) alla nostra scuola, all’Istituto comprensivo Don Milani di Scicli. Tra giovedì e venerdì pomeriggio si decide di riorganizzare le aule del plesso di scuola primaria per far posto ai nuovi banchi che a giorni si attendono dal Ministero. Alcuni banchi vecchi e cartoni vengono accantonati in maniera non visibile in un angolo dello spazio esterno del giardino, in attesa di ritiro. Ieri mattina (lunedì) all’apertura della scuola troviamo una poco piacevole sorpresa: nella notte dei vandali avevano fatto irruzione nel plesso mettendo a soqquadro gli interni, il giardino, i materiali depositati, imbrattando i muri esterni con scritte poco carine, rompendo i vetri della palestra giocando a tiro a segno. Chiamiamo subito i carabinieri che arrivano in pochi minuti. Si procede all’ispezione, alla presentazione di formale denuncia e a tutto quanto di prassi in questi casi. Oggi martedì all’apertura della scuola, la segreteria scolastica chiama immediatamente l’ufficio ecologia del comune informandolo dei fatti e chiedendo il ritiro urgente dei materiali sparsi nello spazio esterno. Dopo circa un’ora, anziché veder arrivare il camion per il ritiro, ci vediamo arrivare una pattuglia di vigili urbani i quali senza sentire ragioni e mossi da “ordini superiori” così come da loro espresso, procedono a emettere contro la scuola un verbale di accertamento di violazione in quanto “il materiale si trova depositato in maniera non ordinata e differenziabile”. Ad essere sinceri non ci abbiamo pensato ad avvisare i vandali che il soqquadro andava effettuato per categorie distinte di materiale. Ci riserviamo di mettere un cartello per la prossima volta. IONESCO? …NO ! …COMUNE DI SCICLI”.
Sul web si scatena il dibattito. E non manca il commento (sul suo profilo facebook) del Sindaco Giannone che di seguito ospitiamo:

“LA BUONA EDUCAZIONE
Come si sa, non sopportiamo le polemiche. Le riteniamo solo sterili e inutili.
Però amiamo la verità. E siamo rimasti basiti per alcune pesanti esternazioni sui social di operatori scolastici, anche recidivi, che peraltro non dovrebbero appartenere al linguaggio e all’approccio di rappresentanti di un’istituzione pubblica qual è una scuola.
Queste sono le foto che ci sono state fornite da genitori degli alunni e che riguardano la situazione della “pulizia e raccolta rifiuti” del plesso di una scuola della nostra città. Sono state fatte nell’arco di diversi giorni nell’ultima settimana, e non di un giorno.
A prescindere dal fatto che ci sia stato un furto o meno nell’ultima notte, su cui indagheranno le forze dell’ordine, resta il dato di una assoluta mancanza nella differenziazione e nell’aver fatto diventare il giardino della scuola, pulito e sistemato dai giardinieri del Comune, una sorta di discarica di ingombranti vecchi e rotti. Che non capiamo cosa c’entrino con l’eventuale effrazione.
Senza peraltro chiedere l’intervento di rimozione al Comune, se non soltanto ieri pomeriggio dopo l’intervento della Polizia municipale, su sollecitazione dei genitori.
Ci fermiamo qui. A noi interessa tenere le scuole sistemate e che le scuole offrano agli alunni un servizio educativo adeguato e soddisfacente.
Il resto sono vuote parole.”
Risposta nel profilo facebook di Maria Luisa Cannata:
“Anche i collaboratori scolastici del plesso di scuola primaria della Don Milani si sfogano…
Aggiungo che devo dire un grande GRAZIE ai collaboratori scolastici di tutta la Don Milani ai quali ho chiesto quest’anno dei sacrifici enormi che vanno ben oltre l’ordinario, svolgendo il proprio lavoro con coscienza e dignità professionale”. A seguire viene pubblicato  un post molto critico nei confronti del Sindaco Giannone.

Leave a Comment

© 2012 Ass. Culturale Il Giornale di Scicli - Amministrazione - Cookies

Scroll to top