You Are Here: Home » Evidenza » Scimonello sollecita il Sindaco per la “Casa dell’Acqua” a Scicli

Scimonello sollecita il Sindaco per la “Casa dell’Acqua” a Scicli

Scimonello sollecita il Sindaco per la “Casa dell’Acqua” a Scicli

 Il Consigliere comunale Guglielmo Scimonello,interviene pubblicamente con una nota stampa per sollecitare ed impegnare l’Amministrazione e il Sindaco a emanare specifico atto di indirizzo agli uffici competenti affinché si predispongano tutti gli atti necessari finalizzati a presentare istanza di “manifestazione d’interesse” per l’affidamento in concessione di suolo pubblico per l’installazione di distributori automatici di acqua alla spina naturale e gassata refrigerata che, avrà la finalità di valorizzare ed educare all’utilizzo della risorsa. “La Casa dell’Acqua” non è altro che una fontana pubblica di acqua della rete, che garantisce un servizio di qualità, rispettoso di precisi criteri tecnologici, normativi, etici e ambientali, il cui costo al cittadino è di circa 5 centesimi il litro. Si tratta di acqua microfiltrata refrigerata naturale e gassata.L’utilizzo può avvenire a moneta oppure utilizzando un’apposita tessera ricaricabile autonomamente direttamente dalla gettoniera.Il progetto ha insito diversi vantaggi: utilizzo dell’acqua pubblica a km zero, risparmio per le famiglie valutato intorno ai 150-200 euro pro-capite all’anno, creare sensibilità alle risorse naturali, al risparmio energetico e alla raccolta differenziata, oltre ad un risparmio per il Comune di una elevata percentuale di rifiuti in plastica normalmente conferiti nell’indifferenziato.

<Sono trascorsi- dichiara Guglielmo Scimonello – circa dieci mesi dall’approvazione da parte del parlamentino cittadino di un ordine del giorno (6 marzo 2019) di cui sono primo firmatario, perinstallare in città la Casetta dell’Acqua, e nulla ad oggi è stato fatto.L’iniziativa – continua Guglielmo Scimonello – risulta di interesse collettivo e si sviluppa con l’intento di potenziare e valorizzare l’utilizzo dell’acqua di rete, in modo da ridurre il consumo dell’acqua minerale in bottiglie di plastica e vetro e abbassare, di conseguenza, gli impatti ambientali.Si è proceduto  ad uno studio di fattibilità per individuare le aree pertinenti per l’installazione e la gestione di una struttura amovibile con due erogatori di acqua naturale e gassata alla spina prelevata dall’acquedotto comunale, ad un costo di circa € 0,05/litro. La struttura amovibile potrà essere posizionata presso uno dei punti zona individuati per collocare la Casetta dell’Acqua, e precisamente nel piazzale della rotonda di Via Ospedale, oppure, in alternativa in C.so Umberto I°, tra la via Ospedale e la via Niccolò Tommaseo. L’area viene concessa esclusivamente per l’installazione e la gestione di un erogatore di acqua potabile trattata e relativa struttura.Un’occasione  che il nostro Comune non può non considerare e per tale ragione lancio il mio umile appello al Sindaco, alla Giunta ed al funzionario del settore, affinché la mia mozione possa finalmente diventare una realtà concreta per tutti i cittadini di Scicli.”

 

 

 

Leave a Comment

© 2012 Ass. Culturale Il Giornale di Scicli - Amministrazione - Cookies

Scroll to top