Scicli set cinematografico. Troupe cinese, ancora Palomar (Concessione del telefono) e poi gli Americani.

Un po’ reality, un po’ documentario. Una via di mezzo tra l’Ulisse di Alberto Angela e Quattro Ristoranti di Alessandro Borghese. Uno dei più grandi attori cinesi, Hu Jun, considerato il Marcello Mastroianni della sua Nazione, ha girato nei giorni scorsi una puntata della trasmissione “Little Journey”, che in Cina conta 300 milioni di telespettatori. Una troupe di 40 cineoperatori, divisi in quattro squadre, ha lavorato per raccontare monumenti, usi, costumi, tradizioni gastronomiche di Scicli, città scelta come metafora della Sicilia. Hu Jun è stato accolto in Municipio dal vicesindaco Caterina Riccotti, e dall’assessore Ignazio Fiorilla, uno scambio dei doni. Il contatto, anche in termini di lingua, è stato reso possibile grazie ad un imprenditore originario di Scicli, Alex Di Benedetto, che ha a cuore il paese in cui vive suo padre. Poi, via alle riprese in via Mormina Penna e nei palazzi del centro storico.

E’ iniziata così l’era post Montalbano, che pure a Scicli continua a girare, e con profitto, mentre diverse location sciclitane stanno facendo da set a La Concessione del Telefono, film in costume ispirato all’omonimo romanzo di Andrea Camilleri, prodotto da Palomar per Rai Uno. E a novembre prossimo a Scicli  una troupe televisiva americana girerà una nuova trasmissione. Il progetto è al momento top secret.

(nella foto la Fam.  Jun con l’ass. Riccotti)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *