You Are Here: Home » Attualità » Monitor puntati sull’Ospedale Busacca di Scicli.

Monitor puntati sull’Ospedale Busacca di Scicli.

Monitor puntati sull’Ospedale Busacca di Scicli.

Monitor puntati sull’Ospedale Busacca di Scicli Il punto all’ordine del giorno sull’ospedale Busacca presentato da tutte le forze di maggioranza è stato approvato  all’unanimità dei presenti. Lo scopo di questo documento è quello di conoscere lo stato di avanzamento dei lavori del nosocomio sciclitano a seguito degli impegni assunti,più di un anno fa, dal manager aziendale Ficarra con il Sindaco e tutto il consiglio comunale. A distanza di 12 mesi dalla data di firma del piano di riordino della rete ospedaliera della Regione Siciliana per la Provincia di Ragusa ad oggi gli impegni assunti non sono stati del tutto rispettati. Tenuto conto che la cittadinanza sciclitana non merita ancora una volta di aspettare invano l’attivazione dei servizi previsti per il Busacca, il consiglio comunale ha dato mandato al Presidente del consiglio e al Segretario comunale di farsi promotori della volontà espressa dal Consiglio inoltrando il documento al Direttore generale dell’ Asp 7 e all’Assessore Regionale alla Sanità. Si chiede anche al Sindaco di richiedere che gli ultimi interventi necessari per il completamento di tale piano vengano realizzati nel l’immediatezza. Nel documento si chiede, infatti, l’attuazione di quanto previsto dal piano di riordino ovvero: 1)L’insediamento del centro I.R.C.C.S NEUROLESI DI MESSINA; 2) L’attivazione dei servizi di una unità semplice di Medicina generale con n. 10 posti letto, di una unità di chirurgia generale con n. 4 posti letto, di una unità semplice di reumatologia e di un servizio di anestesia; 3) il potenziamento del servizio di poliambulatori specialistici. In più durante la trattazione del presente ordine del giorno, sono state accolte delle richieste di integrazioni come: il livello di garanzia del servizio di emergenza urgenza, il servizio tac con mezzo di contrasto una volta a settimana e il prolungamento del servizio di guardia medica di cava d’aliga fino al 30/09/2018 (oggi è previsto fino all’8/09/2018). Inoltre, è stata portata all’attenzione di tutti i consiglieri un problema segnalatoci dalla casa delle donne di Scicli relativamente al Consultorio Familiare. Con l’attuale vacatio per maternità dell’appena nominato medico ginecologo e la mancata nomina del medico sostituto, negli ultimi mesi, le prestazioni di tale servizio risultano essere sospese creando un forte disagio alle gestanti e a quanti purtroppo non possono permettersi una visita medica specialistica privata. Considerando la maternità una fase di vita molto importante per una donna e non un ostacolo alla vita della stessa, il consiglio comunale ha chiesto di conoscere le motivazioni per cui ad oggi non sia stato possibile nominare un Medico sostituto. “Sappiamo tutti che il nostro ospedale non potrà più essere quello di un tempo. Adesso, il nostro compito è quello di ottenere ciò che ci spetta e difendere il diritto alla salute dei nostri cittadini. Tra l’altro, le ultime notizie che giungono da Palermo vanno verso la conferma delle decisioni assunte lo scorso anno dal piano di riordino. Monitoreremo, affermano i consiglieri di startscicli, la situazione affinché le promesse ricevute siano mantenute”

 

Leave a Comment

© 2012 Ass. Culturale Il Giornale di Scicli - Amministrazione - Cookies

Scroll to top