La “ GIORNATA CITTADINA DELLA SICUREZZA STRADALE” A SCICLI.

La “ GIORNATA CITTADINA DELLA SICUREZZA STRADALE”, nella 2° edizione,  svoltasi  giorno 1 Marzo, ha avuto  diversi  interessanti momenti  durante i  quali si è  potuto, da  un lato doverosamente ricordare le Giovani vittime della strada  e dall’altro  a riflettere  sui pericoli della strada ed imparare ad evitarli con  comportamenti   improntati a prudenza legalità e attenzione. E’ stata  organizzata,  come avviene ormai da molti anni,  da “Giovani Vite da Amare nel ricordo di Dario Campo e da  “Scuola-Famiglia Q. Cataudella Onlus, che si  sono avvalsi  della collaborazione degli abituali  Partrners,  Esplorambiente e  Consorzio Revisioni auto. E’ stata condotta da Giovanni Giannone di NoveTv

Uno dei momenti più  toccanti ,  la  cerimonia davanti alla Stele : “lasciamo un fiore ai nostri cari, con   la benedizione della STELE  da  parte del Sac. Padre Concetto Di Pietro   e le parole ispirate del Vice Sindaco, Caterina Riccotti; . E poi ancora la lettura di un brano letterario alla voce di Francesca Pisani ed il canto-preghiera dalla voce di Anna Trovato. L’altro momento veramente significativo  è dovuto alle numerose Associazioni Culturali e Sportive che hanno aderito all’invito e che hanno partecipato in modo attivo. Una partecipazione davvero notevole.

Il terzo momento, al Cine-Teatro Italia: Il  Convegno sulla Sicurezza stradale e la prevenzione “ LA STRADA PER VIVERE E GIOIRE” .   Ha visto  la presenza  di Relatori  specificamente competenti e esperti del settore quali:  Maria Rosa  Portelli,  Comandate della Polizia Urbana;  il  Tenente Paolo Giarrizza, Comandate della Tenenza dei CC di  Scicli , Il dr. Orazio Palazzolo, Direttore del Servizio tossicodipendenti di  Ragusa; il gruppo Archè rappresentato da Daniela Giunta, psicologa. E  poi  Il prof. Tonino SOLARINO, psicologo esperto di formazione   e  noto per le sue ricerche sul mondo giovanile. I Relatori ci hanno dato un quadro della situazione della sicurezza sulle strade della nostra Città e della Nostra Provincia e delle strategie di prevenzione via via messe in atto. Si è dovuto tuttavia e purtroppo constatare che ancora lontani dagli obiettivi che ci era posti e che anzi, sia in campo generale che nell’ambito siciliano e della stessa nostra Provincia, si è avuta nel 2019  una certa recrudescenza del tristissimo fenomeno. A dare  il senso compiuto della GIORNATA  sono state le Parole ispirate e piene di profondi significati  di   Tonino Solarino. Nel suo intervento ha fatto riemergere in maniera prepotente e convincente il tema del “ VALORE  della  VITA  e la necessità della sua difesa.  Riferendosi    in qualche passaggio ad esperienze concrete della sua professione di psicoterapeuta   ha  toccato diversi temi,  richiamando   in modo convincente e avvincente quanto sia importante    su temi vitali come quello in discussione il coinvolgimento consapevole e generoso dell’intera collettività. Ha parlato poi dei nuovi comandamenti che la modernità un po’ alla volta sta cercando di imporre,  sostituendoli a quelli che  conosciamo e che sono ricchi di una saggezza millenaria. Sono quelli  che  portano i Giovani a voler  apparire  “ come i migliori “ ; “ che tolgono il tempo per curare  il proprio spirito” ; che non amano il  silenzio per pensare e fare propositi di bene. Sono insomma quelli  da cui nasce il bullismo, la prepotenza, la violenza e cosi via.  Sono anche quelli  che illudono e portano a non capire i rischi, i pericoli nascosti e che provocano  i disastri  e le grandi tragedie  con le morti  sulla strada.

La  “Giornata” si è conclusa nel pomeriggio con uno spettacolo bellissimo, da battimano, dell’Atelier della Danza. Un spettacolo incentrato sempre sul tema della vita e tratto da una storia vera:  “alla ricerca dei segni di Amore. Il fotografo cieco-poeta della Luce”. Una grande storia ed un grande esempio di  dignità e di speranza. Bravissimi tutto il corpo  di ballo,  i  protagonisti,  i due attori che li hanno accompagnati nella lettura del testo  e straordinaria, anche  la coreografia, dovuta alla esperienza di Giovannella Inì. Per la cronaca, il Trofeo Dario Campo per l’Anno in corso è stato attribuito al Consorzio Revisioni Modica per i dieci anni di collaborazione e per il sostegno dato alle Iniziative di prevenzione e sicurezza stradale”. Vincitrici del Concorso “GIOVANI INmovimento”  sono stati :

Per le Scuole Superiori:

– Sara Carbone, studentessa del 1° liceo classico, con la poesia “Altrove”, che si è aggiudicato anche il premio speciale A.V,.I.S.;

– ed un gruppo di studenti della 3° cl.A dello scientifico per uno spot e un “origame”-

Per le Scuole medie :

il primo premio, ad un gruppo di  studenti  della 1- 2 e  3 classe. dell’ Istituto Elio Vittorini , per una cartella  di 12 disegni , tutti sul tema, tra cui un pastello.

Un secondo premio è andato  agli studenti dell’Istituto Dantoni  per  una scheda di  segnali stradali  elaborata con la tecnica dei ”Pittogrammi”.

La BORSA di STUDIO Dario  Campo, presentata  dalla prof.ssa Cettina Padua, è  andata ex aequo, a due studenti dell’Istituto Q. Cataudella, diplomatisi lo scorso anno:  Pier Giorgio  Iozzia  proveniente dal liceo  Scientifico, ora all’Università de   L’Aquila; e Giulia Favara, proveniente dal liceo classico,  iscrittasi all’Università di Urbino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *