Vertenza Scicli Calcio: La Procura della Federazione dà ragione ad Arrabito.

Riceviamo e pubblichiamo:

“Il sott. Geom. Giuseppe Arrabito, quale presidente della A.S.D. Calcio Scicli, porta a conoscenza della cittadinanza di Scicli, ma soprattutto di chi ha la vera passione per il calcio che, dopo circa un anno, si è conclusa la travagliata storia che avrebbe dovuto portare alla fusione tra l’Atletico Scicli del presidente Giuseppe Arrabito e l’Asd Per Scicli del presidente Maurizio Manenti, fusione mai avvenuta. Come si ricorderà, nel giugno del 2020, il sottoscritto prese l’iniziativa per la fusione delle due società e la stessa venne accettata dalla dirigenza della società Asd Per Scicli; il relativo accordo è stato sancito verbalmente anche alla presenza del Sindaco di Scicli, Prof. Vincenzo Giannone – con una stretta di mani tra “GALANTUOMI”, tra il sottoscritto e coloro i quali hanno dichiarato di essere i rappresentanti della società “A.S.D. Per Scicli”.

Tuttavia, tale fusione secondo quanto previsto dalle norme sportive (Art. 20 N.O.I.F.) non poté avvenire in quanto il titolo sportivo della società “A.S.D. Per Scicli”, migrò verso altri lidi e ciò in aperta violazione dell’art. 52 N.O.I.F.

Nondimeno, il sottoscritto avrebbe gradito una collaborazione da parte dei dirigenti dell’ex società Asd Per Scicli ed in particolare di coloro che, nel corso degli anni, hanno manifestato competenza e professionalità: epperò, vi fu l’arrogante tentativo da parte di alcuni soggetti ed in particolare da parte dei Sig.ri Giuseppe Puglisi, Alessandro Morana, Angelo Massari e Maurizio Manenti di far fuori dalla compagine A.S.D. Calcio Scicli (denominazione assunta dalla società l’Atletico Scicli, in vista della suddetta fusione, come detto, mai avvenuta) il Presidente, con comportamenti, azioni ed atti illeciti – ed in particolare convocando illegittimamente una assemblea fra i quattro soggetti – deliberando la radiazione del Presidente Giuseppe Arrabito dalla società A.S.D., Calcio Scicli.

Di tali fatti è venuta a conoscenza la Procura Federale che ebbe ad avviare una approfondita indagine a seguito della quale ebbe ad accertare:

a) Nei confronti di Maurizio Orazio MANENTI, all’epoca dei fatti per aver svolto formalmente attività dì Presidente della A.S.D. Calcio Scicli, già ASD Atletico Scicli, per la violazione degli artt. 4, comma 1, e 31, comma 1, del C.G.S., in relazione con gli artt. 5, comma 3, e 6, comma 2, dello Statuto della Lega Nazionale Dilettanti e dell’art. 4 del Regolamento della Lega Nazionale Dilettanti per aver tentato di incidere sulle nomine delle cariche sociali della predetta società, in evidente violazioni delle norme statutarie, estromettendo con la radiazione il Presidente e legale rappresentante Giuseppe ARRABITO, convocando all’uopo l’assemblea dei soci del 25.09.2020 per deliberare la propria nomina a Presidente e legale rappresentante della società, senza averne titolo non essendo socio effettivo della predetta compagine societaria;

b) Nei confronti di Giuseppe PUGLISI, all’epoca dei fatti per aver svolto formalmente attività dì Direttore Generale della A.S.D. Calcio Scicli, già ASD Atletico Scicli, per la violazione degli artt. 4, comma 1, e 31, comma 1, del C.G.S., in relazione con gli artt. 5, comma 3, e 6, comma 2, dello Statuto della Lega Nazionale Dilettanti e dell’art. 4 del Regolamento della Lega Nazionale Dilettanti per aver tentato di incidere sulle nomine delle cariche sociali della predetta società, in evidente violazioni delle norme statutarie, estromettendo con la radiazione il Presidente e legale rappresentante Giuseppe ARRABITO, prendendo parte all’assemblea dei soci del 25.9.2020 per la nomina del nuovo Presidente e legale rappresentante, senza averne titolo non essendo socio effettivo della predetta compagine societaria;

c) Nei confronti di Alessandro MORANA, all’epoca dei fatti tesserato e per aver svolto attività di Direttore Sportivo della A.S.D. Calcio Scicli, già ASD Atletico Scicli, per la violazione degli artt. 4, comma 1, e 31, comma 1, del C.G.S., in relazione con gli artt. 5, comma 3, e 6, comma 2, dello Statuto della Lega Nazionale Dilettanti e dell’art. 4 del Regolamento della Lega Nazionale Dilettanti per aver tentato di incidere sulle nomine delle cariche sociali della predetta società, in evidente violazioni delle norme statutarie, estromettendo con la radiazione il Presidente e legale rappresentante Giuseppe ARRABITO, prendendo parte all’assemblea dei soci del 25.9.2020 per la nomina del nuovo Presidente e legale rappresentante, senza averne titolo non essendo socio effettivo della predetta compagine societaria;

d) Nei confronti di Sig. Angelo MASSARI, all’epoca dei fatti per aver svolto formalmente attività di Segretario e Tesoriere della A.S.D. Calcio Scicli, già ASD Atletico Scicli, per la violazione degli artt. 4, comma 1, e 31, comma 1, del C.G.S., in relazione con gli artt. 5, comma 3, e 6, comma 2, dello Statuto della Lega Nazionale Dilettanti e dell’art. 4 del Regolamento della Lega Nazionale Dilettanti per aver tentato dì incidere sulle nomine delle cariche sociali della predetta società, in evidente violazioni delle norme statutarie, estromettendo con la radiazione il Presidente e legale rappresentante Giuseppe ARRABITO, prendendo parte all’assemblea dei soci del 25.9.2020 per la nomina del nuovo Presidente e legale rappresentante, senza averne titolo non essendo socio effettivo della predetta compagine societaria;

Con lo stesso atto, la Procura Federale ebbe a contestare al sottoscritto che allorchè si prospettava la fusione tra le due società, Giuseppe ARRABITO, Presidente della A.S.D. Calcio Scicli, già ASD Atletico Scicli, aveva indetto l’assemblea dei soci del 28 giugno 2020, per il cambio di denominazione della società alla quale partecipavano (illegittimamente) i sigg.ri Maurizio Orazio Manentì, Giuseppe Puglisi, Alessandro Morana  e Angelo Massari in qualità di soci-dirigenti senza averne ì requisiti in evidente violazione delle norme statutarie della società;

Questi i fatti accertati dalla Procura federale con il conseguente deferimento.

Con decisione del 22 Giugno 2021, pubblicata con Comunicato Ufficiale n. 287 TFT del 22 Giugno 2021, il Tribunale Federale Territoriale, per i superiori fatti, ha applicato nei confronti di Maurizio Orazio Manenti, Giuseppe Puglisi, Alessandro Morana e Angelo Massari la sanzione di mesi sei di inibizione ciascuno, specificando che le sanzioni adottate sono esecutive a decorrere dalla comunicazione delle stesse alla parti in osservanza degli artt. 51, comma 4.1 e 53 comma 5 C.G.S.

Il Tribunale, in motivazione, ha statuito che Maurizio Orazio Manenti, Giuseppe Puglisi, Alessandro Morana e Angelo Massari non sono mai stati soci della società A.S.D. Calcio Scicli, già A.S.D. Atletico Scicli…

Tanto occorreva precisare in termini di verità e di rendere edotti non solo gli addetti ai lavori, ma l’intera cittadinanza. Non occorre aggiungere altro, né commenti da parte del sottoscritto.

E’ lecito, che dalla decisione del Tribunale Federale Territoriale, ciascuno tragga le proprie conclusioni.”

Giuseppe Arrabito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *