Tutela degli animali: finalmente approvato in Consiglio il Regolamento

Finalmente! Anche Scicli ha il suo Regolamento sulla Tutela degli Animali. Approvato ieri sera in Consiglio Comunale all’unanimità. Scicli Città accogliente, anche verso le specie più deboli. La consigliera Resi Iurato è promotrice dell’importante atto,  che dedica a Bobbi (nella foto), “avvelenato per porre fine alla sua LIBERTÀ”, come la stessa scrive sul suo profilo facebook.

-Sullo stesso argomento pubblichiamo anche un comunicato stampa di STARTSCICLI:

“In linea con quanto previsto dal Programma elettorale di “Enzo Giannone Sindaco”, ieri sera è stato approvato all’unanimità l’adozione del “Regolamento per la tutela degli animali, dotando così, il Comune di un importante strumento al fine di contrastare e prevenire il fenomeno del Randagismo e di tutelare il benessere animale da maltrattamenti, favorendo al contempo la corretta convivenza tra uomo e animale, anche in funzione del rispetto dell’ambiente, dell’igiene e della sanità pubblica. All’interno del Regolamento, inoltre, è stato inserito un apposito articolo per l’Istituzione della Consulta per la tutela degli animali di affezione e per la prevenzione del randagismo, di cui alla delibera di C.C. n.35 del 10/05/2010 ma mai attivata. Oltre alla possibilità, alle Associazioni animaliste e ai volontari che sottoscriveranno un Protocollo di Intesa con il Comune, di effettuare controlli domiciliari per verificare le condizioni di buona salute dell’animale adottato insieme all’ASP in collaborazione con l’Ufficio Randagismo del Comune. Un atto di forte responsabilità compiuto nell’ottica di salvaguardare tutta la cittadinanza da eventuali e sgradevoli episodi di attacchi di cani randagi e di fronteggiare il problema del randagismo che, in passato, ha “macchiato” fortemente l’immagine della nostra città. Inoltre, al fine di ripristinare un sistema di welfare e protezione sociale locale orientato a prendersi cura, sostenere e proteggere le persone più fragili e bisognose, tra cui i nostri bambini, ieri sera abbiamo approvato all’unanimità la proposta di istituire il Registro Comunale per il Diritto del Minore alla Biogenitorialità. L’istituzione del Registro, pur senza alcuna rilevanza ai fini anagrafici, consente ad entrambi i genitori di legare la propria domiciliazione a quella del proprio figlio residente nel comune. In questo modo, le istituzioni che si occupano del minore possono conoscere i riferimenti di entrambi i genitori, rendendoli partecipi delle comunicazioni che riguardano il figlio. Può essere utile alla scuola, nei reparti di neuropsichiatria infantile o in tutte quelle situazioni in cui la rilevanza dell’informazione, necessita l’avviso di entrambi i genitori. Uno strumento che va a completare e ad integrare tutte le attività presenti e già poste in essere all’interno del “Segretariato Sociale” del nostro Ufficio Affari Sociali. “Piccole ma importanti azioni volte a definire e a realizzare buone politiche educative per una comunità civile capace di guardare lontano. Il gruppo consiliare StartScicli si ritiene pienamente soddisfatto di quanto prodotto e discusso durante la seduta del Consiglio Comunale”.

Gruppo Consiliare StartScicli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *