You Are Here: Home » Cultura » Sciclilegge poesia al tempo del coronavirus. Brevi proposte di…viaggi dentro casa.

Sciclilegge poesia al tempo del coronavirus. Brevi proposte di…viaggi dentro casa.

Sciclilegge poesia al tempo del coronavirus. Brevi proposte di…viaggi dentro casa.

Visto il successo del primo “Sciclilegge” (almeno tra gli amici lettori del GdS) proponiamo una breve selezione di poeti e libri di poesia, cercando  negli scaffali delle nostrea librerie. Cerchiamo, in questo modo, di alleviare l’isolamento e farci compagnia:

-Jacques Prèvert “Storie ed altre storie”, nell’edizione economica Feltrinelli. Il gioco di parole dell’autore francese, tra surrealismo e realismo.  Persiane aperte…a pagina 191: “Persiane aperte/ con le braccia stracolme di lillà/e bruna e bionda e rossa/ una canzone scalza attraversa la casa/come ha già per altro/attraversato le stagioni…”

-Nazim Hikmet “Poesie d’amore”, ed. Oscar Mondadori. Poeta d’amore e contemporaneamente poeta di battaglie. “Addormentarsi adesso/svegliarsi tra cento anni, amor mio…”; dolcezza orientale e asprezza occidentale: “Giorno d’inverso, senza macchia, trasparente/come vetro. Addentare la polpa candida e sana/ d’un frutto. Amarti, mia rosa, somiglia/all’aspirare l’aria in un bosco di pini…”

-Juan Ramon Jimenez “Sonetti e altre poesie d’amore”, Newton Compton Italiana (1973). Premio Nobel 1956, nel libro una felicissima introduzione di Carlo Bo. Da Sogno:”Nell’alba casta, qua, tra le tue braccia/ accolto dal tuo petto trasparente/ che nobili mi sembran le prigioni!/ Come gradisce il mio cuore, oramai/ a pezzi, il dolore, a un bacio ardente/ con cui tu sorridendo, lo disponi! (pag. 95).

-Percy Bysshe Shelley “Poemetti e liriche” U.T.Editrice Torinese (edizione a cura di Augusta Grosso Guidetti). “O vento, se l’Inverno giunge, può stare lontana assai la Primavera?” così nell’Ode al vento dell’ovest  a pag. 27.;  e il suo canto all’allodola “Più in alto, ognor più in alto, dalla terra tu balzi, come un’ignea nube; il ceruleo abisso fendi coll’ali,e pur cantando voli, e ognor volando canti”.

– E ancora, se volete leggere e rasserenarvi: “Poesie (1923-1976)” di Jorge Luis Borges;  “La paglia bruciata” di Ignazio Buttitta ;  “Libro de Poemas” di Garcìa Lorca; le “Poesie d’amore” di Hermann Hesse;  oppure l’antologia “Poesie” di Giuseppe Ungaretti (Mondadori, 1988).

Buona lettura e…buon viaggio tra le stanze di casa!

Franco Causarano

Leave a Comment

© 2012 Ass. Culturale Il Giornale di Scicli - Amministrazione - Cookies

Scroll to top