You Are Here: Home » Attualità » Rifiuti: a settembre obiettivo 31% con la Differenziata. E l’organico?

Rifiuti: a settembre obiettivo 31% con la Differenziata. E l’organico?

Rifiuti: a settembre obiettivo 31% con la Differenziata. E l’organico?

L’Amministrazione comunale rende pubblico il seguente comunicato.

L’amministrazione comunale di Scicli pigia il piede sull’acceleratore nella raccolta dei rifiuti e ha alzato l’asticella fissando nel 31% di differenziata l’obiettivo per il settembre 2018. A tal proposito, rende noto l’assessore all’ecologia Lino Carpino, in settembre vi saranno controlli mirati della polizia municipale per individuare i cittadini disattenti, o coloro che pur abitando nel centro abitato di Scicli preferiscono conferire nei cassonetti fuori città pur di non differenziare. E’ chiaro che i comportamenti ripetuti saranno sanzionati.

In settembre saranno posizionati nel centro storico 12 nuovi cassonetti, molto eleganti e in tono col il sito Unesco, in cui sarà possibile conferire in maniera differenziata carta, plastica indifferenziato, mozziconi di sigaretta. Un mezzo sarà destinato alle utenze commerciali, che potranno -ed è una novità assoluta!- chiamare i netturbini per il prelievo di carta, cartone, plastica e vetro da negozi, supermercati, bar, ristoranti, villaggi turistici e simili. Sarà istituito un numero di telefono dedicato per chiamare e prenotare il servizio. Sarà obbligo di chi ha commercio a posto fisso stradale e a chi organizza eventi di fare la Differenziata.

Il personale che si occupa della raccolta differenziata ha beneficiato di un aumento orario, da 30 a 36 ore, al fine di aumentare la capacità di raccolta e l’efficienza del servizio. A ciò si affiancherà una capillare campagna di informazione rivolta ai cittadini utenti. Un mezzo sarà dedicato esclusivamente alla raccolta degli ingombranti. Una azione che sarà posta in essere è la repressione del malcostume delle discariche abusive soprattutto nelle zone rurali.

Partirà la raccolta differenzia porta a porta a Donnalucata. Anche questa è una novità assoluta. Saranno perciò eliminati i cassonetti stradali, l’indifferenziato sarà ritirato il martedì e il sabato, dalle 6 del mattino alle 12. In tutto il territorio comunale saranno posizionati cassonetti dedicati alla raccolta di pile esauste, farmaci scaduti e lampade. Sarà effettuata la raccolta degli oli esausti, nei bar e nei ristoranti sarà fatta la raccolta selettiva di vetro e alluminio, e una attività di raccolta di Raee e materiale ferroso sarà effettuata negli uffici pubblici. Saranno raccolti porta a porta i rifiuti tessili, saranno raccolti i rifiuti vegetali da giardini privati. Pannoloni e pannolini saranno raccolti porta a porta su prenotazione. Al fine di ottenere il massimo risultato, sono già state installate telecamere di videosorveglianza per sanzionare i trasgressori e i recidivi.”

Ben venga la nuova forte scossa amministrativa nella disciplina per la raccolta differenziata, e la lotta ai cittadini che non rispettano le regole e le basilari norme di civiltà. Ma al contempo chiediamo – a nome di un largo numero di persone (cittadini, forestieri, nuovi sciclitani)- di trovare in Sicilia il modo di collocare l’organico ( umido che dir si voglia) della Differenziata. L’organico raggiunge già – secondo le stime dello stesso ufficio ecologia del Comune- il 30-35% della raccolta rifiuti a Scicli. E’ una percentuale alta che permetterebbe già da sola il raggiungimento dell’obiettivo. E’ così difficile trattare una specie di rifiuto che ritornerebbe utile, invece, alla concimazione dei nostri terreni agricoli? (F.C.)

 

 

Leave a Comment

© 2012 Ass. Culturale Il Giornale di Scicli - Amministrazione - Cookies

Scroll to top