PRG adesso si chiama PUG. Il PD chiede conto dei ritardi amministrativi a Start Scicli.

“Start Scicli, traendo spunto da una nota con cui l’Assessorato Regionale al Territorio e Ambiente chiede notizie sullo stato procedurale del PUG, esalta l’azione amministrativa condotta dall’ex assessore Pitrolo. Addirittura, con la solita impudicizia che ha caratterizzato l’azione amministrativa di Start, sollecita l’attuale amministrazione di avanzare nei lavori e giungere alla definizione del preliminare di piano, sorvolando che proprio Start, un mese fa, ha tirato i remi in barca, abbandonando l’amministrazione a cui aveva aderito per quasi cinque anni.

Ma è proprio il contenuto della nota dell’Assessorato regionale a certificare il fallimento dell’azione condotta, o meglio non condotta, dall’ex assessore Pitrolo. La norma transitoria prevista dall’art. 53 Legge Regionale 19/2020, che ha modificato il processi di formazione del PRG, oggi PUG, faceva salda la procedura della previgente normativa, più spedita della attuale, per quei comuni che alla data di entrata in vigore della nuova normativa avessero provveduto alla redazione dello schema di massima e assunto lo stesso al protocollo dell’Ente.

All’insediamento della attuale amministrazione, di cui era componente l’ex assessore Pitrolo, erano già state approvate le direttive generali del PRG con delibera del Consiglio Comunale n. 31 del 23.2.2015, e su quei contenuto andava costruito lo schema di massima per la redazione della variante generale al PRG.

E’ del tutto evidente che dal momento dell’insediamento dell’amministrazione Giannone (novembre 2016), al momento dell’entrata in vigore della nuova normativa (agosto 2020), è intercorso un lasso di tempo assolutamente congruo non solo per redigere lo schema di massima, ma addirittura redigere ed eventualmente adottare la variante generale al PRG.

A conferma dell’inefficacia dell’azione amministrativa in materia di pianificazione del territorio depone la delibera di Giunta n. 30 del 9.4.2021 che conferma nei fatti i contenuti delle direttive generali approvate con la precedente delibera del Consiglio Comunale n. 31 del 23.2.2015 e dà mandato agli uffici competenti – dopo sei anni! – di avviare formalmente il procedimento di formazione del PUG.

In conclusione, sei anni buttati al vento, mentre il territorio resta esposto a regole non certo finalizzate alla limitazione del consumo di suolo, obiettivo tanto sbandierato dall’ex assessore Pitrolo in coro con la sua lista civica.

Ma, ciò non bastando, tre giorni prima della presentazione pubblica del lavoro svolto dal Politecnico di Milano prevista per il 25.9.2021 i componenti della Giunta appartenenti a Startscicli si sono dimessi, determinando di fatto l’’annullamento del Convegno previsto e la presentazione dei lavori, e quindi causando un ulteriore rinvio e ritardo dell’iter del PUG. Un successivo comunicato stampa del Comune di Scicli ha poi chiarito che la ripresa dei lavori del PUG da quel momento sarebbe stata caratterizzata da trasparenza. Ci piacerebbe che il sindaco, a questo punto chiarisse cosa intende contestare dell’azione precedentemente svolta.

Per parte nostra, il Partito Democratico rende la propria disponibilità a riprendere quanto prima i lavori di partecipazione attiva con la cittadinanza con gli incontri pubblici necessari a proseguire l’iter ed a seguire i lavori del PUG alla Regione Siciliana.

Partito Democratico di Scicli”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *