Pallamano: AGRIBLU SUBITO IN TESTA

AGRIBLU SCICLI vs  HAENNA = 34-19

Seconda vittoria consecutiva per i biancazzurri sciclitani, che nell’esordio casalingo stendono i verde/oro dell’Haenna, proiettandosi in vetta alla classifica. Un’AGRIBLU SCICLI diversa quella vista oggi, rispetto a pochi giorni fa in trasferta, autrice di un primo tempo opaco quasi svogliato per poi dilagare nella ripresa, ma che comunque gestisce la gara senza problemi. Primo tempo come detto prima, che offre davvero pochi spunti alla cronaca. Pochi gol, ritmi bassi ed errori per entrambe le formazioni, con gli ennesi che aprono le marcature con IANNELLO (0-1); lo Scicli pareggia subito i conti con CIAVORELLA, ma a sorpresa sono nuovamente gli intraprendenti ospiti ad andare sul 1-2. La reazione dei padroni di casa non si lascia attendere. CAUSARANO e compagni piazzano infatti un break di sei reti consecutive, che scava un primo solco importante per l’esito finale della gara,   7-2 il parziale nei primi quindici minuti di gioco. Nei restanti minuti lo Scicli si accontenta di gestire la gara senza mai premere sull’accelleratore. La prima frazione si chiude con l’AGRIBLU in vantaggio per 12-7.La ripresa inizia con il solito gol ennese, stavolta è CARUSO a firmare la marcatura per gli ospiti,  gli sciclitani che rispondono con quattro reti consecutive portandosi sul +8, 16-8. Biancazzurri dunque che cambiano passo nel corso dei minuti, ruotando le marcature a quasi tutti i componenti della squadra, con il parziale che al 45′ vede i padroni di casa sul 24-12. Nei restanti minuti gli ospiti provano una timida reazione, ma la difesa dell’AGRIBLU è attenta e non lascia spazi agli ennesi. Buona la prova del portiere biancazzurro BATTAGLIA (nella foto a dx). Lo Scicli chiude in crescendo la gara, segnando le ultime tre reti con OCCHIPINTI, IURATO e CARBONE, per il 34-19 finale. AGRIBLU SCICLI: BATTAGLIA P. – OCCHIPINTI G. (5) – CARBONE M. (5) – CIAVORELLA G. (4) – IURATO F. (7) – TABAKU F. (7) – MAGGIO V. – CAUSARANO M. (6) Allenatori: Enrico PARISI ASSENZA e Luca AMMATUNA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *