Osservazione della Luna: “Testa di donna” e “Manico d’oro” 10° giorno.

“Testa di donna” e “Manico d’oro” 10° giorno. La luce, lungo il terminatore, mette in risalto a nord-ovest la catena montuosa del Giura. Gli antichi vi individuavano un “manico d’oro” e l’astronomo e matematico Cassini, nel 1679, vi scorse il profilo di una donna dai capelli lunghi che chiamò “La signora della luna”. Nella foto che riprende il dettaglio, l’immagine è capovolta, così come si presenta in vari telescopi utilizzati senza diagonale. P.S. Il processo psichico attraverso il quale riscontriamo in elementi naturali e casuali forme note si chiama “pareidolìa”.
Particolare della mappa lunare pubblicata da Gian Domenico Cassini nel 1679, all’epoca Direttore dell’Osservatorio di Parigi. Il Promontorio Heraclides viene raffigurato come una testa di donna che guarda verso il “Sinus Iridum”

Guardando a sud spicca il grande cratere Clavius caratterizzato da altri crateri più piccoli presenti all’interno del suo perimetro. La NASA, nel 2020, ha annunciato la presenza di acqua sulla luna effettuando i rilevamenti proprio in corrispondenza di quest’area.

Emanuele Nifosì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *