Moria di pesci alla foce del Torrente (Arizza) che scende da Modica. L’Amministrazione chiede campionamento delle acque.

Moria di pesci alla foce del torrente Modica- Scicli all’altezza di Contrada Arizza. Sono stati dei cittadini a fare delle foto e lanciare l’allarme di un possibile inquinamento. Già in passato l’area è stata oggetto di denunce da parte di Legambiente nazionale, anche perchè il Torrente attraversa la zona del depuratore di Modica. L’estate scorsa ci fu una battaglia verbale tra Amministrazione comunale e Legambiente. Ci furono anche minacce di querele, ma poi tutto finì nel nulla. Eppure l’inquinamento nelle acque del torrente periodicamente mette in allarme. Purtroppo non si è mai arrivati ad una certezza della causa. Perchè?
(Foto ripresa da “Novetv”).

Dalla pagina facebook del Sindaco Giannone:
“L’amministrazione comunale di Scicli, e per essa l’assessore all’ambiente ing. Bruno Mirabella e il Caposettore Ambiente Ing. Guglielmo Spanò, hanno chiesto ad Arpa di Ragusa di fare campionamento delle acque considerata la moria di pesci alla foce del pantano Arizza Spinasanta.
Indagini sono in corso da parte della Polizia municipale, anche in riferimento all’ipotesi di attività di pesca di frodo messa in atto da soggetti spregiudicati e probabilmente ripetuta nel tempo, approfittando anche del fatto che le strutture di controllo, ivi compresa l’Asp, sono state nelle ultime settimane tutte impegnate nell’emergenza coronavirus.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *