La buona (?) Pasqua dell’on. Orazio Ragusa

“Dio è Risorto …….grazie di cuore a coloro che ci salvano la vita e un grazie particolare dal
profondo del mio cuore a coloro che hanno sacrificato la loro vita per tutti noi. Serena
Pasqua” Questo è quanto scrive augurando Buona Pasqua ai suoi concittadini ed elettori l’On.
Ragusa da buon cattolico quale si sforza, come molti, di essere. Il giorno dopo denuncia, con
grande veemenza, secondo solo al suo nuovo referente politico Matteo Salvini, un fatto grave
ovvero lo sbarco dei migranti, uno dei quali positivo al Coronna virus, avvenuto al porto di
Pozzallo. E lo fa mandando lettere ai rappresentanti istituzionali sia regionali che nazionali,
dimenticando giusto Papa Francesco, affinchè possano essere messe in atto tutte le azioni
necessarie per impedire ulteriori sbarchi che mettono a repentaglio la vita di noi tutti. Sbaglia
chi ritiene questo uno squallido esercizio di cinismo: l’onorevole si preoccupa che il sacrificio
di chi è morto per noi, sia ora che 2000 anni fa, possa essere vanificato da un migrante untore.
Posto che chiunque , da qualsiasi parte del mondo e con qualsiasi mezzo arrivi, deve essere
sottoposto a tutti i controlli necessari a scongiurare rischi di diffusione della pandemia, è
necessario ricordare all’Onorevole che il virus in Sicilia è stato portato, comprensibilmente,
da turisti, lavoratori e da siciliani che non a torto, hanno cercato di rientrare nei loro territori.
Sicuramente in Sicilia c’è un grave problema sanitario ma dobbiamo anche ricordare che
la Sicilia è stata fra le regioni più attive nel tagliare i finanziamenti alla sanità pubblica,
favorendo al contempo, il proliferare di quella privata, ma questo l’On. Ragusa lo sa bene
avendo, negli ultimi ventanni, votato tutti quei tagli. “Prima gli Italiani” ’è una frase molto
cara ai politici della Lega, orbene in questi mesi drammatici abbiamo fatto fronte alla crisi
sanitaria grazie anche agli aiuti venuti da tante altre parti del mondo, dove per cultura prima
vengono ancora le persone.

Resi Iurato
(Foto di repertorio)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *