You Are Here: Home » Evidenza » Il Dantoni di Scicli con buone pratiche, pensando anche alla “fase due”

Il Dantoni di Scicli con buone pratiche, pensando anche alla “fase due”

Il Dantoni di Scicli con buone pratiche, pensando  anche alla “fase due”

E’ ormai trascorso un mese e mezzo dalla improvvisa sospensione delle attività didattiche, e fin da subito l’Istituto Comprensivo Giovanni Dantoni di Scicli si è attivato per svolgere la Didattica A Distanza (DAD). Tra improvvisazione, in quanto modalità inedita, e studio (letture, webinar, corsi online) ad oggi la didattica a distanza si svolge in totale e fluida regolarità, garantendo a tutti gli alunni della primaria e secondaria e anche dell’infanzia (per quello che è possibile fare) chiarezza e semplicità. Questa particolare regolarità, in un momento che di regolare ha ben poco, è stato resa possibile grazie ad alcune buone pratiche concepite e messe velocemente in atto dalla Dirigente della scuola, M.Gabriella La Marca, dall’animatore digitale, dallo staff di presidenza e dal corpo docente, una squadra affiatata che sin dal primo momento ha operato nel solo interesse dei propri alunni.

Il giorno dopo la sospensione delle lezioni una prima importante decisione è stata quella di adottare, per le lezioni on line, una piattaforma informatica unica per tutte le sedi e per tutte le materie. Nel primissimo breve periodo, l’attività didattica è stata garantita attraverso l’utilizzo delle applicazioni comunicative garantite del registro elettronico Argo già utilizzato dalla scuola anche se per lo stato d’emergenza che si era venuto a creare, ogni docente ha potuto utilizzare anche strumenti e piattaforme che meglio conosceva, tipo Edmodo, Weschool, Zoom, e Google Classroom. Intanto, la Dirigente insieme al suo staff coordinato dal prof. Ignazio Drago, Animatore Digitale della scuola, ha esaminato e analizzato le prestazioni offerte dalle varie piattaforme e anche sulla scorta dei suggerimenti dati dal MIUR per individuare la migliore soluzione in grado di gestire i quasi 750 studenti ed i quasi 100 docenti. A metà di marzo la scelta è caduta sulle varie applicazioni integrate offerte dal pacchetto “G-Suite” di Google, in particolare “Classroom” e “Meet” e, in pochissimi giorni, il prof. Drago dopo aver contattato i partners Google Italia è riuscito ad attivare ed avere la versione completa di Google Suite for Education ed a creare una versione personalizzata della piattaforma con la creazione di oltre 850 nuovi profili tra studenti, docenti e personale ata. Inoltre sono stati creati, dai docenti più competenti in questo settore, degli appositi videotutorial al fine di facilitare tutti gli utenti a registrarsi alla nuova piattaforma; anche con successiva consulenza telefonica e, con la pazienza dell’Animatore Digitale, dei docenti e del personale Ata, dopo pochi giorni tutti erano registrati e pronti ad  operare.

Grazie alla piattaforma unica, oltre ad offrire agli studenti l’importante beneficio di non dover passare da uno strumento all’altro ad ogni cambio di materia, si riesce ad assicurare più facilmente il rispetto delle normative sulla privacy, difficile da tenere sotto controllo nel caso in cui ogni docente utilizzasse piattaforme e strumenti in massima libertà.

Altra buona pratica che ha contribuito non poco alla regolarità del lavoro, è stata quella di seguire, per le lezioni nelle varie materie, orientativamente il calendario dell’orario scolastico, in forma però ridotta; scelta questa, fortemente voluta anche dai genitori e rivelatasi azzeccata in quanto è stato offerto agli studenti un quadro orario preciso, ordinato e semplice da seguire e ha dato ordine e sistematicità alla vita quotidiana degli alunni disorientata e stravolta da questa emergenza.

L’ulteriore aiuto agli studenti, invece, comune a tutte le scuole, ha riguardato la possibilità di aiutare le famiglie in difficoltà, economica o strumentale. In particolare, l’Istituto Comprensivo Giovanni Dantoni  da subito e attraverso i consigli di classe, ha effettuato un sondaggio ed una ricognizione  on line per conoscere nel più breve tempo possibile, tutte le situazioni di disagio in cui gli studenti, per un motivo o per l’altro, non potevano seguire regolarmente le lezioni (mancanza di dispositivi, consumo di gigabyte, assenza o lentezza di connessione, etc.) e ha destinato i fondi ricevuti dal Ministero all’acquisto di nuovi computer-notebook e quindi alla possibile soluzione dei vari problemi. Gran parte dei dispositivi acquistati , dopo avere consultato il Centro Operativo Comunale (COC) e  attraverso la Protezione Civile sono stati consegnati non senza difficoltà direttamente alle famiglie degli alunni  residenti nelle varie Contrade.

In questi giorni, poi, la scuola sta lavorando ad una “fase due”. Per ora il lavoro è in progress e non sono stati forniti dettagli ma si tratta di alcune nuove azioni atte a fornire, sempre a distanza, un maggiore e concreto aiuto agli studenti che riscontrano difficoltà in alcune materie. Si tratta di una nuova e originale sperimentazione per aiutare i più deboli a recuperare e a colmare le lacune.

E’ in fase di attuazione anche il completamento dei corsi PON rimasti in sospeso a causa della chiusura, corsi che saranno attuati sempre a distanza con l’ausilio di notebook forniti dalla scuola.

Infine, il 6 giugno gli alunni semifinalisti dei giochi matematici della Bocconi, effettueranno, sempre a distanza, la semifinale che si sarebbe dovuta tenere a Gela il 21 marzo.

L’istituto Comprensivo Giovanni Dantoni di Scicli è, quindi, attrezzato ad accogliere ogni sfida!

Leave a Comment

© 2012 Ass. Culturale Il Giornale di Scicli - Amministrazione - Cookies

Scroll to top