I tamponi sul coronavirus: il Sindaco Giannone interloquisce con i vertici dell’ASP.

Diversi cittadini interessati hanno sollecitato circa l’esito dell’esame dei tamponi coronavirus effettuati.
Il Sindaco di Scicli, Enzo Giannone ha avviato un’interlocuzione con i vertici dell’ASP di Ragusa che hanno fornito le seguenti informazioni da comunicare ai cittadini in attesa di refertazione dei tamponi:
“A) la lavorazione dei tamponi dipende da una serie di fattori variabili, quali, le attrezzature, la disponibilità del materiale per i tamponi stessi e dei reagenti per l’analisi, che in questo contesto non dipendono dalla volontà aziendale e che sono carenti in tutto il territorio nazionale;
B) i tamponi che l’ASP è tenuta ad eseguire obbligatoriamente sono quelli relativi ai pazienti che afferiscono ai Presidi Ospedalieri nei percorsi COVID e nei percorsi ordinari di accettazione e ricovero, al personale sanitario esposto a diretto contatto con i pazienti COVID (e pertanto ad alto rischio di contagio), ai cittadini in quarantena per lo scioglimento della stessa come da Ordinanza Regionale, ai soggetti che risiedono nelle Case di Riposo, per cui allo stato attuale sono pervenuti al laboratorio dell’ASP circa 700 tamponi che attendono di essere processati;
C) la necessità di sottoporre a tampone i soggetti immigrati che in questo momento stazionano negli hotspot di Pozzallo e Ragusa;
D) la richiesta di sottoporre a tampone il personale delle Forze dell’Ordine e dei corpi di polizia municipale, coinvolti nella sorveglianza della cittadinanza e degli immigrati.
Ciò posto si consideri che la capacità di lavorazione e refertazione di tamponi da parte del laboratorio dell’ASP di Ragusa è di circa 70 tamponi al giorno con impiego di strumentazione e personale (6 microbiologi) H24, 7 giorni su 7.
Sulla base di quanto esposto, è inevitabile che vi siano ritardi nella refertazione dei tamponi e conseguenti disagi. Pur tuttavia, è impegno dell’ASP corrispondere, nei limiti di tempo consentiti dalla situazione contingente, il risultato dei tamponi anche con l’attivazione di una collaborazione con laboratori extra-provinciali.
E’ altresì importante che i cittadini stessi collaborino e si attengano alle norme di contenimento del contagio, quali la permanenza in quarantena fino al pervenuto esito del tamponi.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *