Già 2 mila visitatori per la Mostra “Ricordo di Sonia Alvarez”, al Brancati. Da metà dicembre altre due esposizioni a Palazzo Spadaro con un “Omaggio a Guccione” e la Collezione del Gruppo di Scicli.

Sono già 2.000 mila i visitatori della mostra “Ricordo di Sonia Alvarez” nella sede del Movimento culturale Brancati di Via Aleardi a Scicli. Un successo di pubblico sin dalla serata inaugurale (12 novembre scorso) , con la presenza di tanti amici e artisti provenienti dall’intera Sicilia e da Parigi. La mostra raccoglie 19 opere dell’artista, 4 di Piero Guccione ed una di Carmelo Candiano. Nel catalogo scritti del filosofo Giorgio Agamben, della pittrice Monica Ferrando, del prof. Angelo Giavatto, delle amiche Tina Causarano, Elisa Mandarà e Lucia Nifosì, che danno il senso dell’iniziativa culturale a otto mesi dalla scomparsa della pittrice. La mostra resterà aperta fino al 15 gennaio 2022 (apertura tutti i giorni feriali ore 15-20; il sabato e la domenica anche di mattina ore 10-12,30).

L’iniziativa apre una serie di mostre programmate dal Brancati a Scicli, con il patrocinio del Comune di Scicli, per la fine dell’anno in corso e l’inizio del 2022. Infatti dal 12 dicembre un “Omaggio a Piero Guccione” aprirà a Palazzo Spadaro un’esposizione di d’après sull’opera del Maestro da parte di 24 artisti siciliani (tra cui naturalmente i pittori-amici del Gruppo di Scicli). E sempre nel Palazzo Spadaro potrà ammirarsi la Collezione stabile dei Pittori del Gruppo di Scicli, arricchita delle dieci incisioni della cartella di Piero Guccione, del 2001, pubblicata nell’ambito della riedizione dell’opera di Galileo Galilei “Discorsi intorno alle nuove scienze” con prefazione di Papa Giovanni Paolo II,  di proprietà del Comune. Nell’occasione il Comune di Scicli esporrà anche un disegno di Renato Guttuso, di proprietà dell’Ente locale.

L’obiettivo è di determinare un percorso d’arte in città da proporre ai concittadini e naturalmente ai turisti e visitatori per le Feste di Fine Anno.

(Foto I love Scicli)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *