Il terremoto dell’11 gennaio 1693 a Scicli e dintorni.

Oggi 11 gennaio ricorre una data simbolo della nostra storia: il terremoto del 1693:

“Così Liliane Dufour in “Storia d’Italia” (Torino 1985): “Nei giorni 9 e 11 gennaio 1693, due scosse sismiche di gran violenza distruggono la maggior parte delle città e dei borghi della Sicilia sudorientale, mietendo ufficialmente 53.757 vittime (…). In totale 58 sono gli insediamenti toccati dalla catastrofe, di cui venti interamente distrutti; questo è quello che scaturisce dal rapporto ufficiale inviato al viceré e che ci fa conoscere, con relativa precisione, il grado di distruzioni città per città”. Tre le scosse: dalla più lieve alle ore 4 del mattino del 9 gennaio a quelle dell’11gennaio: alle ore 17 una replica leggera e appena toccate le ore ventuno quella devastante. Raffaele Solarino, storico della Contea di Modica, nel secondo volume della prestigiosa opera “La Contea di Modica – Ricerche storiche”, riporta i dati riguardanti le vittime, forniti al Viceré dal Conte Gaspare (da Ondaiblea):

Modica        3400

Ragusa         5000

Scicli            2000

Giarratana    541

Spaccaforno 400

Chiaramonte 303

Monterosso   200

Vittoria          200

Biscari           200

Comiso           90

Santa Croce ignorato il numero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *