You Are Here: Home » Attualità » Spettanze ai lavoratori del Consorzio di Bonifica, il sindaco di Scicli scrive al Prefetto

Spettanze ai lavoratori del Consorzio di Bonifica, il sindaco di Scicli scrive al Prefetto

Spettanze ai lavoratori del Consorzio di Bonifica, il sindaco di Scicli scrive al Prefetto

In merito alla vicenda del mancato pagamento delle spettanze salariali ai lavoratori del Consorzio di Bonifica di ragusa, il sindaco di Scicli, Enzo Giannone, ha scritto al Prefetto di Ragusa: “Da mercoledì 29 maggio i lavoratori del Consorzio di Bonifica n.8 hanno deciso di protestare dopo diversi mesi in cui non percepiscono lo stipendio, e allo stesso tempo mettono a disposizione proprie risorse per utilizzare i mezzi messi a disposizione dall’ente per l’espletamento delle varie attività. I lavoratori non sono più nelle condizioni di continuare a svolgere il proprio lavoro anticipando i soldi (si parla di mancato rimborso previsto da contratto delle indennità chilometriche da circa 11 mesi) necessari per l’approvvigionamento del carburante. I lavoratori chiedono l’intervento delle autorità, affinchè si verifichino le reali disponibilità di cassa per poter procedere quanto meno ad un acconto delle mensilità pregresse che risulterebbero essere un aiuto molto importante per tutte le famiglie coinvolte. Tutta questa situazione preoccupa fortemente anche i produttori agricoli, che già dal giorno di inizio della protesta non si vedono erogata l’acqua per l’irrigazione, servizio fornito e gestito proprio dal Consorzio di Bonifica. Tale scelta se protratta ancora per qualche atro giorno porterà, specie per le coltivazione in fuori suolo, ingenti danni alle produzioni orticole. Vista la gravità della situazione è assolutamente necessario lo sblocco dell’attuale situazione, altrimenti a pagarne le conseguenze saranno non solo i lavoratori del consorzio di bonifica ma anche un’importante fetta della nostra economia”.

Leave a Comment

© 2012 Ass. Culturale Il Giornale di Scicli - Amministrazione - Cookies

Scroll to top