You Are Here: Home » Attualità » Per “La Croce” un progetto già finanziato: sarà museo di se stesso. Un ascensore dentro la collina, con ingresso da via San Bartolomeo.

Per “La Croce” un progetto già finanziato: sarà museo di se stesso. Un ascensore dentro la collina, con ingresso da via San Bartolomeo.

Per “La Croce” un progetto già finanziato: sarà museo di se stesso. Un ascensore dentro la collina, con ingresso da via San Bartolomeo.

Positivo incontro ieri sera a Palazzo Busacca organizzato dall’Ass. “Iblei in itinere”. All’ordine del giorno il progetto per la definitiva fruizione del Convento della Croce, che la Sovrintendenza ai Beni culturali di Ragusa ha presentato al Dipartimento Beni culturali della Regione Sicilia, già finanziato con oltre 5 milioni di euro. E’ stato lo stesso Arch. Calogero Rizzuto a dare notizia e a spiegare i contenuti dello stesso progetto. Intanto una sistemazione definitiva delle strade che portano sulla collina, compreso l’antico tracciato rupestre che parte dal quartiere San Giuseppe; poi la galleria di accesso ad un ascensore dalla via San Bartolomeo, ascensore che verrà installato in un pozzo scavato nella roccia e che permetterà di arrivare, in un minuto, a  lato del Convento. Il progetto prevede anche un parcheggio, la sistemazione definitiva di quegli ambienti deterioratisi con la prolungata chiusura del complesso, l’illuminazione e il ripristino dei muri. Il Convento diventerà “museo di se stesso”, con la collezione  stabile degli “Ex Voto” negli ambienti originari. Dibattito sulla fruizione e gestione del sito, una volta ultimati i lavori (quanto prima la gara d’appalto per il progetto esecutivo e d’interesse). Dibattito partecipato a più voci da parte del pubblico, con suggerimenti e richiami che hanno arricchito il confronto culturale. Intervento anche del Sindaco Giannone che ha espresso la più completa disponibilità a semplificare i passaggi burocratici (si è posto il discorso di rivedere la classificazione urbanistica della collina) e accorciare i tempi di realizzazione.

I lavori erano stati introdotti dalla dott.ssa Giulia Battaglia, presidente dell’Ass. “Iblei in itinere”; il coordinamento è stato del prof. Franco Portelli. Assente ai lavori la dott.ssa Carmela Bonanno, ma è stata data lettura (una sintesi) del suo intervento scritto, che sostanzialmente parlava di valorizzazione del sito nell’ambito della rete museale operativa nel ragusano.

 

Leave a Comment

© 2012 Ass. Culturale Il Giornale di Scicli - Amministrazione - Cookies

Scroll to top