You Are Here: Home » Cronaca » Il piccolo Great “salutato” dalla città: sepolto nel nostro cimitero.

Il piccolo Great “salutato” dalla città: sepolto nel nostro cimitero.

Il piccolo Great “salutato” dalla città: sepolto nel nostro cimitero.

La mamma lo aveva chiamato Great, aveva 2 anni e mezzo, stamane i funerali nella chiesa di San Giovanni a Scicli, per iniziativa del Comune di Scicli e del Centro di accoglienza Mediterranea Hope di Corso Mazzini.  E’ il bambino nigeriano  morto nell’ultima tragedia del Mediterrano, la settimana scorsa.  Una funzione religiosa che ha visto insieme tante donne  – italiane e nigeriane- e tanti giovani studenti; tutti, insieme alle Autorità civili e militari, a testimoniare il cordoglio, la tristezza  per una perdita umana così dolorosa e ingiusta.  Lo ha spiegato, in un messaggio letto in chiesa, una giovane studentessa del locale Liceo. Una riflessione che poneva e pone l’eterno  interrogativo: Perchè?  Le risposte convincenti, purtroppo, tardano ad arrivare, anche se la comunità locale ha mostrato -in questo caso – il suo lato migliore: la solidarietà dell’accoglienza. Great è stato sepolto nel Cimitero di Scicli,  la madre Sandra è accolta e vive già da una settimana nella struttura di Mediterranean Hope. Attorno a lei gli Operatori e  le giovani volontarie del Centro, con le donne migranti che hanno trovato a Scicli  accoglienza, già dai mesi passati.

Leave a Comment

© 2012 Ass. Culturale Il Giornale di Scicli - Amministrazione - Cookies

Scroll to top