Dispersione scolastica, a Scicli un tavolo permanente

Un focus permanente sulla dispersione scolastica, con attenzione ai bambini che vivono nelle borgate, nelle periferie, in campagna, e alle famiglie di immigrati. Si è tenuto ieri pomeriggio, nella sala giunta del Comune di Scicli, un incontro promosso dal sindaco con i dirigenti scolastici e con il terzo settore e singoli volontari per istituire un tavolo permanente di osservazione della dispersione scolastica e sui fenomeni di difficoltà scolastica e familiare. All’incontro, partecipato anche dalla Casa delle Culture, si è affrontato il tema delle difficoltà linguistiche, che se per i piccoli albanesi sono facilmente superabili (in Albania la televisione italiana è molto seguita), per i bambini di origine araba sono più complesse da superare.

Dai problemi di mobilità a quello dei compiti a casa, tutti gli attori hanno contribuito allo scambio di informazioni per creare una rete che aiuti i piccoli cittadini a crescere bene e studiando. Il tavolo vuole rappresentare il punto di incontro della filiera educativa, nella consapevolezza che i bambini non rappresentano, come comunemente si dice, il futuro, ma il presente della comunità.

Una buona notizia è che è stata aggiudicata la gara della mensa scolastica per gli alunni della scuola dell’ infanzia del territorio di Scicli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *