You Are Here: Home » Evidenza » Bella Ciao: a Varallo il Presidente Mattarella ascolta in religioso silenzio, a Scicli invece la Commissaria non ha gradito

Bella Ciao: a Varallo il Presidente Mattarella ascolta in religioso silenzio, a Scicli invece la Commissaria non ha gradito

Bella Ciao: a Varallo il Presidente Mattarella ascolta in religioso silenzio, a Scicli invece la Commissaria non ha gradito

Quando “Bella Ciao” lacera il tessuto sociale per la Festa di Liberazione a Scicli.
Il 25 aprile a Varallo, dopo l’inno di Mameli, i presenti hanno cantato “Bella Ciao” e il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ascoltato in religioso silenzio.
A Scicli, il commissario prefettizio Antonietta D’Aquino, dopo l’inno di Mameli, non ha gradito l’intonazione di “Bella Ciao” ed ha abbandonato la cerimonia, considerando tale canzone non consona ai canoni istituzionali.
Una mortificazione per gli organizzatori della cerimonia, tradizionalmente legati alla canzone dei partigiani assieme all’inno nazionale.
Un gesto forte che tende a lacerare anziché unire una città che si sente defraudata del fatto che ha perso la sua legittima rappresentanza.
Se persino i simboli devono dividere, sarà difficile il processo di rilegittimazione della classe dirigente della città.
Il segretario prov. della Cgil RG- Giovanni Avola

Leave a Comment

© 2012 Ass. Culturale Il Giornale di Scicli - Amministrazione - Cookies

Scroll to top